Economia Circolare

Nuove Colture Agroenergetiche

 

Dopo molteplici studi condotti nel Nord Europa e verificato l’alto potenziale della coltura agroenergetica, con la sperimentazione della coltura sterile ibrida di Miscanthus Giganteus, derivato dall’incrocio di Miscanthus Sinensis e Miscanthus Sacchariflorus.

 

I primi risultati, incoraggiano il Gruppo a continuare, tramite la controllata Sardinia Bio Energy, ulteriori piantumazioni, e nel 2011 viene deliberato un ulteriore investimento nella coltura, portando l’attuale piantumazione di Miscanto ad essere tra le più importanti dell’area mediterrenea.

Gli anni di sperimentazioni, oltre a creare un importante know-how contribuiscono ad identificare i migliori partners mondiali per lo sviluppo del progetto. I nostri partners si avvalgano di esperienze ventennali in campo agro-energetico nel Nord/Centro America e nel Nord Europa, e vantano primarie multinazionali energetiche tra i loro clienti, nonché decine di migliaia di ettari piantumati nel mondo.

 

I nostri partners, dopo aver analizzato nel mondo e catalogato per anni oltre 3.000 tipologie differenti di Miscanto, sono giunti ad identificare i migliori incroci, tra questi, quelli che più si adattano alle regioni climatiche dell’area mediterranea in termini di apporto idrico e resa per ettaro, nonché di resistenza agli agenti parassitari esterni.

 

La società nel 2013 ha avviato un vivaio per la produzione e commercializzazione di rizomi selezionati di Miscanthus Giganteus. Le superfici del vivaio, raggiungono i 16 ettari e permettono ogni anno di ottenere un numero di rizomi utile a piantumare oltre 250 ettari/anno. Tali rizomi vengono utilizzati dal Gruppo per la piantumazioni di nuove superfici in Sardegna ma sono anche vendita con consegne in tutta Italia e Europa.

Fertilizzanti e Substrati

 

Negli anni le Società del Gruppo, forti di una costante ricerca e sviluppo hanno sviluppato un ampia gamma di substrati di coltivazione misti consentiti in agricoltura biologica, nonché studiato e registrato secondo le recenti normative comunitarie un nuovo fertilizzante consentito in agricoltura biologica con ampia efficacia in termini di NPK senza l’aggiunta di residui animali

Filtri Odorigeni

 

Con lo sviluppo della raccolta differenziata, nascono molteplici centri di compostaggio nell’isola e per migliorare le performance odorigene di questi impianti abbiamo sviluppa il Biofilter2030. Tale filtro è costituito da biomassa legnosa vergine filtrante e viene utilizzato per gli allestimenti e per le ricariche di biofiltri per il trattamento di rifiuti. Con il Biofilter 2030 le sostanze nocive vengono degradate da una flora batterica aerobica, fissata su di uno speciale letto presente nella massa filtrante di materiale vegetale biologicamente attivo in composti non tossici, quali ad esempio: anidride carbonica e acqua. Questo è ritenuto uno dei sistemi biologici più performati e versatili sul mercato nel trattamento di depurazione degli effluenti gassosi dai cattivi odori.

Benessere Animale

 

Forte di queste esperienze nell’economia circolare e grazie al nostro ciclo di lavorazione delle biomasse vegetali completamente integrato negli ultimi anni abbiamo sviluppato soluzioni a 360 gradi anche nel mondo del benessere animale.